Strumenti personali

Biblioteca di Chimica "Cesare Pecile"
Polo di Scienze, Farmacologia e Scienze farmaceutiche
This is just a brief note

Sezioni

Tu sei qui: Home / CHI SIAMO / contenuti-chi-siamo / Carta delle collezioni

Carta delle collezioni

ultima modifica 22/07/2014 11:08

Il documento che segue, creato nel 2011, contiene alcuni dati non più validi; l’analisi generale e le finalità restano le stesse.


La Commissione di biblioteca del Dipartimento di Scienze Chimiche definisce qui obiettivi e modalità per l’aggiornamento delle collezioni della biblioteca. La carta, approvata dalla Commissione di biblioteca n. 3 del 28 settembre 2011,  è il frutto di un progetto di analisi e sviluppo delle collezioni, condotto dalla biblioteca nel 2011.


1. Obiettivi di servizio

2. Utenti e aree disciplinari

3. Collezioni

4. Politiche di revisione

 

1. Obiettivi di servizio

La biblioteca conserva, aggiorna, sviluppa e rende fruibile il patrimonio bibliografico e documentario di interesse per il Dipartimento di Scienze Chimiche, a supporto della ricerca scientifica e dell’attività didattica che vi si svolgono.


2. Utenti e aree disciplinari

Priorità della biblioteca è il servizio agli utenti afferenti al Dipartimento. Inoltre, nello spirito delle politiche del Sistema bibliotecario di Ateneo, l’accesso ai servizi è consentito a tutti, agli utenti istituzionali e agli utenti esterni, tramite identificazione.
Per gli utenti afferenti al Dipartimento, nel 2010 la biblioteca contava un bacino di circa:
90 docenti e ricercatori
33 gruppi di ricerca, anche in collaborazione con il CNR e l’INFN
68 dottorandi delle due scuole afferenti (Scienza ed ingegneria dei materiali, Scienze molecolari: Scienze chimiche)
826 studenti iscritti alla laurea di primo livello e 330 alla laurea magistrale dei 5 corsi di studio afferenti, di cui 2 interfacoltà (Chimica, Chimica industriale, Scienze dei materiali, Scienze e tecnologie per i beni culturali, Scienze e tecnologie per l'ambiente)
1 scuola di perfezionamento in Metodologie e didattica della chimica
70 tecnici ed amministrativi


I settori scientifico disciplinari prevalenti nell’afferenza dei docenti, nei gruppi di ricerca e nell’offerta formativa sono:

CHIM/01 Chimica analitica
CHIM/02 Chimica fisica
CHIM/03 Chimica generale e inorganica
CHIM/04 Chimica industriale
CHIM/06 Chimica organica


Inoltre, nell’offerta formativa sono compresi altri settori della chimica ed aree affini e propedeutiche:

CHIM/05 Scienza e tecnologia dei materiali polimerici
CHIM/07 Fondamenti chimici delle tecnologie
CHIM/08 Chimica farmaceutica
CHIM/10 Chimica degli alimenti
CHIM/11 Chimica e biotecnologia delle fermentazioni
CHIM/12 Chimica dell'ambiente e dei beni culturali

AGR - Area 07 Scienze agrarie e veterinarie
BIO - Area 05 - Scienze biologiche
FIS - Area 02 - Scienze fisiche
GEO - Area 04 - Scienze della terra
MAT - Area 01 - Scienze matematiche e informatiche
MED/44 Medicina del lavoro
ING - Area 08 - Ingegneria civile e Architettura e Area 09 - Ingegneria industriale e dell'informazione
IUS - Area 12 - Scienze giuridiche e Area 13 - Scienze economiche e statistiche
L - Area 10 - Scienze dell'antichità, filologico-letterario e storico-artistiche


3. Collezioni

La biblioteca risponde alle necessità informative degli utenti con l’acquisizione e la messa a disposizione di tipologie diverse di risorse, tanto in formato cartaceo che elettronico: libri, riviste, banche dati, tesi di laurea. Nel 2011 la consistenza delle collezioni è di oltre 12.000 monografie, 424 riviste cartacee, di cui 30 in abbonamento corrente, 2 banche dati, 3.900 tesi di laurea, dottorato e specializzazione, 1.000 opuscoli storici e il contributo all'acquisizione condivisa tramite il Sistema Bibliotecario di Ateneo di 8.000 riviste elettroniche.


- piano di sviluppo
Per l’acquisizione delle risorse, la biblioteca valuta la coerenza al proprio profilo bibliografico, cioè ai settori scientifico disciplinari degli utenti afferenti, e partecipa alle politiche di acquisizione condivise del Sistema bibliotecario di Ateneo.
Per tutti i settori scientifico disciplinari dell’offerta formativa la biblioteca acquisisce risorse a livello didattico. Per i settori scientifico disciplinari prevalenti, la biblioteca acquisisce materiale bibliografico adeguato al livello della ricerca. Le lingue di riferimento sono l’inglese e l’italiano. Considerata l’evoluzione dell’editoria scientifica, la biblioteca acquisisce per la ricerca soprattutto periodici e banche dati elettronici, mentre per la didattica prevalgono le monografie. La biblioteca predispone ogni anno una distribuzione del bilancio per queste tipologie di materiale bibliografico.


- periodici e banche dati
La Commissione di biblioteca approva in modo collegiale gli abbonamenti a periodici cartacei ed elettronici e l’acquisizione delle banche dati, data l’entità dell’impegno di spesa e le ricadute a lungo termine dell’acquisto di questo tipo di materiale.


- monografie
Per le monografie, le acquisizioni avvengono tramite due canali: gli acquisti su fondi di ricerca e gli acquisti su fondi della biblioteca.
Per la parte amministrativa, la biblioteca si appoggia al Servizio ordini, acquisti e catalogazione del Polo di scienze (SAM).
Per le acquisizioni sui fondi di ricerca, il titolare dei fondi propone l’acquisto alla biblioteca, l’ordine viene inviato al SAM senza approvazioni ulteriori, il libro viene inventariato come patrimonio della biblioteca e dato a prestito al titolare per il periodo previsto dal regolamento del prestito.
Le monografie acquisite sui fondi della biblioteca vengono messe a disposizione dell’utenza. La Commissione individua le aree scientifiche prevalenti per lo sviluppo della biblioteca, secondo l'analisi degli utenti afferenti, esposta sopra, valutazioni d'uso e di interesse (consultazioni e prestiti) (v. all. 1) e le evoluzioni della disciplina. Ad ogni area viene destinata una quota del capitolo di bilancio della biblioteca destinato alle monografie. La Commissione nomina un referente scientifico per ogni area, con la responsabilità di proporre direttamente al SAM gli ordini delle monografie del proprio settore, entro questa quota di bilancio ed entro un costo massimo per libro definito periodicamente. La cifra attualmente è fissata in € 250: le proposte d'acquisto di libri con un costo superiore vengono valutate e approvate anche dal Delegato alla Biblioteca. Attualmente la Commissione individua queste aree scientifiche di sviluppo per le acquisizioni di monografie:
Chimica fisica
Chimica industriale
Chimica analitica
Chimica organica
Chimica generale e inorganica
(Per i referenti nominati nel 2011, v. all. 2)
Per i referenti nominati nel 2013, v. all. 3

Le proposte d'acquisto degli altri utenti vengono raccolte dalla biblioteca e valutate e approvate dal Delegato.
La biblioteca acquista ogni anno i testi dei corsi di studio afferenti, senza necessità di ulteriori approvazioni.
La biblioteca controlla periodicamente il flusso e la ripartizione della spesa e relaziona alla Commissione di biblioteca.


- doni
La biblioteca valuta la coerenza dei doni al proprio profilo bibliografico. Non accoglie opere già presenti in più di due copie o in cattivo stato di conservazione. Può richiedere una valutazione ai referenti scientifici.




4. Politiche di revisione

La biblioteca cura la conservazione delle risorse. Riunisce in una sezione dedicata una raccolta di opere di valore storico, edite prima del 1945. Sottopone le collezioni a revisione periodica e scarta secondo alcuni criteri: opere non coerenti al profilo bibliografico della biblioteca, cioè fuori ambito, obsolete o scientificamente scorrette e senza interesse storico, opere in cattivo stato di conservazione, opere in più di due copie. Per lo scarto, la biblioteca può richiedere una valutazione ai referenti scientifici.
Le procedure di scarico sono definite dal regolamento di Ateneo. La lista delle opere da scartare viene resa pubblica per gli eventuali interessati.
La biblioteca può decidere di riacquistare opere danneggiate o smarrite, eventualmente con un parere dei referenti scientifici o in base a criteri di uso e richiesta, senza necessità di approvazioni ulteriori.




All. 1 Analisi quantitativa e d'uso delle monografie con collocazione classificata, aggregata per aree disciplinari (ad aprile 2011)

Aree disciplinariConsultazioni
5-29/4/2011
Prestiti
09/2006-
04/2011
Data
media
Conteggio
volumi
AGR - Area 07 Scienze agrarie e veterinarie 0 6 1977 12
BIO - Area 05 - Scienze biologiche 2 218 1980 44
CHIM/01 Chimica analitica 15 623 1974 532
CHIM/02 Chimica fisica 12 699 1969 906
CHIM/03 Chimica generale e inorganica 6 236 1972 293
CHIM/04 Chimica industriale 6 103 1978 87
CHIM/05 Scienza e tecnologia dei materiali polimerici 0 67 1975 69
CHIM/06 Chimica organica 70 674 1972 950
CHIM/07 Fondamenti chimici delle tecnologie 0 0 0
CHIM/08 Chimica farmaceutica 2 29 1980 44
CHIM/10 Chimica degli alimenti 0 44 1983 56
CHIM/11 Chimica e biotecnologia delle fermentazioni 0 0 0
CHIM/12 Chimica dell'ambiente e dei beni culturali 0 52 1984 87
FIS - Area 02 - Scienze fisiche 0 514 1971 656
GEN, opere di consultazione generale, di divulgazione o di taglio storico sulla chimica e le scienze 3 231 1983 502
GEO - Area 04 - Scienze della terra 3 14 1986 31
ING - Area 08 - Ingegneria civile e Architettura e Area 09 - Ingegneria industriale e dell'informazione 13 361 1973 550
IUS - Area 12 - Scienze giuridiche e Area 13 - Scienze economiche e statistiche 0 15 1981 56
L - Area 10 - Scienze dell'antichità, filologico-letterario e storico-artistiche 0 68 1990 64
MAT - Area 01 - Scienze matematiche e informatiche 3 148 1974 233
MED/44 Medicina del lavoro comprende aspetti normativi su sicurezza 5 41 1985 158
totale 140 4143 1978 5530



All. 2 Referenti delle aree scientifiche di sviluppo per le acquisizioni di monografie (28/09/2011-11/03/2013)

Chimica generale e opere di consultazione, prof. Paolo Pastore

Chimica analitica, dr.ssa Gabriella Favaro

Chimica fisica, prof.ssa Marina Rosa Brustolon

Chimica organica, prof.ssa Marina Gobbo, prof. Alessandro Bagno

Chimica inorganica, dr Mauro Sambi

Chimica industriale, prof. Benedetto Corain



All. 3 Referenti delle aree scientifiche di sviluppo per le acquisizioni di monografie (dal 12/03/2013)
   
Chimica fisica, prof.ssa Donatella Carbonera
           
Chimica industriale, dr. Valerio Causin
           
Chimica analitica, dr.ssa Gabriella Favaro
           
Chimica organica, prof.ssa Marina Gobbo
           
Chimica generale e inorganica, dr Mauro Sambi